Quali materiali sono i più validi per un tritacarne

Il tritacarne è ormai uno strumento molo semplice da utilizzare tutto sommato, però occorre munirsi del giusto modello per i nostri bisogni, e sono necessari determinati accorgimenti per poter agevolare al meglio le operazioni di macinatura. Per quanto riguarda i macchinari professionali che hanno un imbocco superiore ampio dove si possono inserire le parti di carne anche molto grandi, abbiamo anche una serie di dispositivi invece più piccoli magari ottimali per le famiglie. Le parti di carne che possono essere tritate, comprese il lardo, la cotenna vengono facilmente inserite attraverso la bocca d’ingresso del tritacarne e quindi sono spinti al suo interno grazie a un pomello. In tutti i modelli di tritacarne troviamo l’elica che spinge la carne per essere macinata. Grazie all’elica la carne può avanzare verso le lame e viene spezzettata a una dimensione tale che può passare attraverso i fori della piastra. Man mano quindi la carne macinata può essere raccolta in un vassoio e anche anche essere nuovamente tritata se occorre. La grana della carne cambia in base alla piastra che si può sostituire, si possono ottenere macinati di grana più o meno fini.

Il funzionamento perciò è sempre lo stesso, ma possiamo trovare tritacarne fatti con diversi materiali ormai, più o meno ottimali. In questo campo è entrata prepotentemente ormai da anni la plastica, e spesso i modelli in plastica sono anche effettivamente più comodi da pulire, perché si possono smontare e lavare anche in lavastoviglie. Diciamo che i principali materiali che ancora vengono utilizzati sono: plastica, alluminio e acciaio. Occorre chiarire che esclusivamente che il corpo della macchina e l’elica possono essere costruiti in materiale plastico, ma per quanto riguarda le lame per tagliare e la piastra ovviamente saranno comunque in metallo. I tritacarne con corpo di plastica sono spesso meno solidi e duraturi, ma sono magari adatti a macinare delle piccole quantità di carne, funzionali in casa. Un consiglio utile se volete utilizzarli spesso è quello di spendere qualcosa in più quando si sceglie un tritacarne, e preferire magari dei modelli in acciaio inox. L’acciaio inox è un materiale sotto tutti i punti di vista più igienico e anche più duraturo. E’ bene premunirsi e quindi tener conto che queste macchine entrano a contatto con uno degli alimenti più delicati in cucina, è molto importante garantire il massimo dell’igiene.